Recensione Audio-Technica ATH-DSR9BT: un futuro digitale per le cuffie di fascia alta?

Perché puoi fidarti

- Come può progredire l'audio nel mercato odierno? Con lo streaming digitale, la proliferazione dell'audio ad alta risoluzione che si fa lentamente strada e il progresso delle tecnologie wireless, c'è una crescente domanda di qualità.

fitbit carica 4 vs carica 3

La risposta di Audio-Technica è l'ATH-DSR9BT: le prime cuffie over-ear a eliminare il processo di conversione da digitale ad analogico (DAC) e fornire un vero segnale digitale dalla sorgente ai driver. L'azienda la chiama tecnologia Pure Digital Drive.

Il che suona bene e bene, ma cosa significa in realtà? Senza un DAC non c'è conversione analogica e, secondo la teoria, nessuna distorsione aggiuntiva per una riproduzione più accurata. Nessuna conversione significa nessun compromesso con la registrazione originale. Aggiungi la compatibilità aptX HD ed è possibile beneficiare di formati fino a 48kHz/24-bit tramite una connessione wireless per la massima qualità.





Con questa messa a fuoco digitale, il DSR9BT elimina il jack per cuffie da 3,5 mm. Apple ha abbandonato il jack per le cuffie nei suoi iPhone, quindi Audio-Technica ha fatto l'esatto contrario all'estremità ricevente a vantaggio della qualità digitale. Se devi andare cablato, è solo tramite la porta Micro-USB (a 96kHz/24-bit con capacità Hi-Res).

Abbiamo visto per la prima volta il DSR9BT quando è stato annunciato in Giappone nel 2016, poi di nuovo al loro soft-lancio al CES 2017 negli Stati Uniti, prima di vivere con una coppia nel Regno Unito alla fine di quell'anno per oltre sei mesi, arrivando a in questo frangente, con una visione completa e completa di quanto possano essere buone queste cuffie... e, a volte, di quanto siano limitate.



Design

  • Sistema Pure Digital Drive (segnale digitale originale dalla sorgente al driver)
  • Trio di luci a LED per visualizzare il tipo di carica/batteria/codec
  • Controlli tattili sul padiglione e interruttore jog del volume
  • Cuscinetti e fascia per la testa in memory foam di lusso
  • Custodia rigida e cavo USB da 2 m inclusi

Ad Audio-Technica piace sottolineare che ciascuno dei suoi nuovi prodotti è costruito da zero, lo stesso vale per il DSR9BT. Esternamente, tuttavia, queste lattine traggono ispirazione dal design dal precedente modello MSR7 - un set di auricolari cablati che abbiamo a lungo elogiato per la consegna equilibrata, l'usura confortevole e un prezzo ben ponderato.

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 20

Tuttavia, il DSR9BT non ha un prezzo così ragionevole. Non da un colpo lungo. A £ 499 stanno affermando la posizione di top-spec, senza compromessi per gli audiofili che guardano al futuro. Che è un mercato di nicchia, ma se stai cercando particolari del genere, Audio-Technica è sicuramente quello che fa per te.

Non è tanto l'esterno che stai pagando qui. Certo, il grigio sobrio ha fascino e non c'è niente cattivo sulla costruzione, ma non sono esattamente a B&O BeoPlay o Master & Dinamico livelli di qualità costruttiva o selezione dei materiali. Tutto A-T ha una lucentezza e una semplicità più plastica. Dove si trovano i soldi veri, ovviamente, è internamente - a cui arriveremo tra un momento - con bobine vocali proprietarie prime al mondo e tutti i prodotti che rendono l'audio distinto.



Per sfruttare appieno la loro natura tipicamente wireless, anche i controlli in cuffia dell'host DSR9BT, posizionati su entrambi i padiglioni. Un interruttore jog per la regolazione del volume si trova accanto a un sensore tattile per avviare/arrestare o accettare chiamate sul padiglione sinistro. Dall'altro c'è l'interruttore di accensione/spegnimento Bluetooth, accompagnato da un sottile segnale acustico in-ear per farti sapere che sono attivi.

Tutti questi controlli sono facili da individuare senza sembrare che tu abbia perso qualcosa e altrettanto facili da usare con successo. La loro finitura plasticosa non sembra o si sente premium, tuttavia, con una finitura che alla fine manca di coesione con il resto delle scelte materiali delle cuffie. I bottoni in metallo potrebbero essere un eccesso, ma a questo prezzo la scelta del materiale dovrebbe essere meglio abbinata.

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 12

Tuttavia, non c'è nulla da criticare sulla qualità dei padiglioni. La finitura in similpelle grigio chiaro è ben imbottita per un comfort ottimale, completa di finitura filettata, mentre la loro profondità evita che pizzichino o premano troppo pesantemente contro le orecchie. Anche i segni 'sinistra' e 'destra' fin troppo evidenti del precedente MSR7 sono stati spostati all'interno del DSR9BT, che sembra molto più ordinato.

Queste sono davvero comode lattine, quindi ideali per lunghi periodi di ascolto senza alcuno scrupolo.

Connettività

  • Bluetooth 4.2 (A2DP, AVRCP, HFP, HSP) con compatibilità NFC
  • Supporta: codec aptX HD, aptX, AAC e SBC [a 48kHz/24-bit]
  • Audio ad alta risoluzione compatibile tramite USB [a 96kHz/24-bit]
  • Durata della batteria: fino a 15 ore di ascolto
  • Ricarica: 5 ore tramite Micro-USB
  • No 3,5 mm (solo Micro-USB-B)

Con una messa a fuoco prevalentemente wireless, è bello vedere che Audio-Technica ha stipato la maggior parte del supporto che vorrai da un simile paio di cuffie. Con aptX HD di Qualcomm supportato, otterrai uno dei flussi wireless della più alta qualità possibile, a 48kHz/24-bit. Ideale se si dispone dei file di qualità pertinenti. Le migliori cuffie USB-C per telefoni Android 2021 DiDan Grabham· 31 agosto 2021

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 15

Vale anche la pena sottolineare che Sony può fare di meglio con LDAC , il formato wireless dell'azienda in grado di supportare il wireless a 96kHz/24 bit tramite Bluetooth. Il problema è che, nonostante sia supportato da Android Oreo 8.0 (quindi il tuo telefono Android potrebbe, in teoria, essere compatibile), non troverai quella tecnologia al di fuori delle cuffie Sony. Quindi è difficile criticare Audio-Technica per non avere la tecnologia proprietaria di questo concorrente.

Poiché ci sono livelli di standard di qualità, il DSR9BT dispone anche di un trio di LED sul lato di un padiglione auricolare. Uno rappresenta la qualità aptX HD, l'altro aptX (standard), l'ultimo AAC e SBC. È un modo sottile di mostrare visivamente la qualità dell'audio in ingresso. Detto questo, non è particolarmente chiaro come funziona questo sistema senza saperlo in anticipo - e chi legge un manuale?

Se vuoi ricevere la migliore qualità 96kHz/24-bit con l'ATH-DSR9BT, allora dovrai andare via cavo. Ma c'è un problema: dovrai usare la porta Micro-USB, che è nascosta sotto uno sportello accanto all'interruttore del volume. Il design di questa porta è, francamente, terribile. Il lembo intralcia i fili ed è così incavato che pochi cavi possono entrarci con successo - se perdi quello fornito ti strapperai i capelli cercando di trovare un sostituto utilizzabile (abbiamo esaminato circa sette diverse opzioni e nessuna in dotazione, a parte il cavo in dotazione).

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 14

Inoltre, la connessione Micro-USB impiega ben cinque ore per caricarsi quando queste lattine sono esaurite, il che è troppo lento per cuffie lungimiranti che vogliono essere utilizzate in modalità wireless per la maggior parte del tempo. Abbiamo spesso esaurito la carica in modalità stand-by (non siamo convinti che ci siano 1000 ore di stand-by, ma le 15 ore di ascolto suonano vere) e siamo rimasti senza connessione e quindi senza musica, essendo stato in gran parte dipendente dalla connettività Bluetooth da laptop o telefono.

In breve: questa porta USB dovrebbe essere una USB Type-C a tenuta stagna, posizionata per accettare una gamma più ampia di cavi e senza l'inutile design del lembo gommato.

Suono

  • Driver D/A True Motion da 45 mm, in esclusiva per questo prodotto
  • Bobina vocale a quattro core unica per una maggiore precisione audio
  • Risposta in frequenza da 5Hz a 45.000Hz

Il comfort del DSR9BT è eccezionale e anche la connettività durante i test è stata buona. Tuttavia, abbiamo riscontrato un bug durante il passaggio dal Bluetooth del telefono Android al Bluetooth del laptop Mac, che ha causato un 'arresto anomalo' che ha richiesto un hard reset per riprendere il funzionamento (anche gli ingegneri in Giappone non sono riusciti a riprodurlo quando l'abbiamo sollevato come un possibile problema).

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 11

Ma ciò di cui si occupa il DSR9BT è l'audio. Dimentica qualsiasi problema di progettazione. Dimentica il prezzo. Li comprerai per la qualità audio wireless ad alta risoluzione, che è esattamente ciò che otterrai.

La prima volta che abbiamo provato il DSR9BT in una stanza quasi silenziosa, l'esperienza è stata diversa da qualsiasi cosa avessimo ascoltato l'anno precedente. La quantità di dedizione alla fascia alta apre una chiarezza che pochi possono competere. Lo ammettiamo, all'inizio l'abbiamo trovato troppo nitido, ma poi ci siamo resi conto che è davvero quanto le cuffie della concorrenza suonano più fangose ​​con il loro equilibrio che affoga nei bassi al confronto.

Con così tanta chiarezza disponibile nella fascia alta, vorrai davvero anche quei file di alta qualità, poiché la fascia alta è dove inizierai davvero a individuare la compressione indesiderata e il 'fizz' dell'audio minore. Abbiamo ascoltato con un lettore Astel & Kern per garantire un ascolto con le migliori specifiche, insieme alle nostre sessioni quotidiane leggermente inferiori su telefono e laptop.

Ora, se vuoi un sacco di bassi, potresti trovare il DSR9BT troppo piatto per i tuoi gusti. Ma allora probabilmente diresti lo stesso di un monitor da studio. È perché è così che dovrebbe essere fornito un suono neutro. Con un corretto posizionamento sulle orecchie e l'ascolto nel giusto tipo di ambiente - dopotutto, queste non sono certo lattine per pendolari della metropolitana di Londra - c'è una grande chiarezza. Personalmente aumenteremmo i bassi tramite un equalizzatore separato, ma è una questione di gusti - e non c'è limite alla capacità del DSR9BT di fornire, come attesta la sua risposta in frequenza da 5 a 45.000 Hz.

audio technica ath dsr9bt anteprima immagine 10

A differenza di altre cuffie, il DSR9BT include ciò che Audio-Technica chiama un 'chipset Dnote', che comanda quattro bobine vocali nei driver da 45 mm delle cuffie. La maggior parte delle cuffie ha solo una di queste bobine, quindi il DSR9BT può creare una risposta più dinamica per un'interpretazione più fedele di una determinata registrazione.

Ci siamo dilettati con i classici conosciuti, come Hotel California, che mostra la potenza di una registrazione di qualità. Spostare l'orologio in avanti verso l'era moderna con una fetta dell'ultimo album di Adele ha mostrato quanto bene il DSR9BT sia in grado di gestire le voci che gocciolano sul riverbero. La musica classica suona da sogno, mentre i brani rock più compressi suonano come pareti sonore distruttive, e non sempre in senso positivo, quindi la tua epoca e genere di musica preferiti ti aiuteranno a capire se queste cuffie soddisferanno i tuoi gusti.

come riprodurre youtube su alexa
Verdetto

Nell'ATH-DSR9BT, Audio-Technica ha creato una proposta di cuffie unica e spesso meravigliosa. Questi auricolari sono estremamente comodi per lunghe sessioni di ascolto, mentre la tecnologia proprietaria dietro le quinte è, in molti sensi, senza rivali per la sua massima chiarezza.

Avendo usato il DSR9BT per molti mesi e provato molte altre cuffie prima e dopo, spesso ci è capitato di desiderare di più di quella fascia alta ultra chiara che è stata fornita così bene qui. Questo è ciò che gli A-T possono fare che gli altri non possono.

Tuttavia, la perfezione non è del tutto raggiunta. La finitura è tutt'altro che leader della categoria a questo prezzo, il design della porta Micro-USB è terribile, mentre il panorama sonoro mancherà di bassi e sarà troppo nitido per alcuni ascoltatori.

Nel complesso, tuttavia, se cerchi un futuro wireless digitale dalle tue cuffie di fascia alta, sei nel posto giusto. Il DSR9BT è una proposta di nicchia, certo, ma un abbinamento da sogno per il giusto tipo di ascoltatore con una raccolta di file musicali di fascia alta.

Articoli Interessanti