Recensione Gocycle GX (2020): E-bike pieghevole suprema

Perché puoi fidarti

- Le bici elettriche sembrano essere diventate adulte. Mentre Gocycle ha offerto la sua varietà di potenza a pedalata assistita negli ultimi dieci anni, la crescita dei modelli - sia di nuovi marchi che di quelli affermati del ciclismo - aiuta a cementare questo ramo del ciclismo.

Per Gocycle, offrire una bicicletta elettrica pieghevole e tecnologicamente avanzata è l'essenza del GX. Introdotta nel 2019 con il modello di prima generazione, la versione di aggiornamento 2020 apporta alcune modifiche, aggiungendo alcuni degli elementi che abbiamo visto nel GXi 2019.

Design avanzato

Dai un'occhiata al GX di prima generazione (dal 2019) e questo modello più recente e sarà difficile vedere molte differenze. Non è una cosa negativa, perché il design di piegatura della Gocycle è già avanzato, offrendo un'operazione di piegatura rapida che richiede solo circa 10 secondi per passare dalla guida alla consegna della bici. 'Ma le biciclette Gocycle sono sempre state in grado di piegarsi', dici. È vero, ma con il GX è una soluzione pieghevole molto più immediata e pratica.





Gocycle GX (2020) recensione foto 7

Mentre l'aspetto della Gocycle GX è simile alle bici Gocycle fino al modello originale, è il grande fermo e la cerniera nel mezzo che lo rendono diverso. La catena di trasmissione Cleandrive inclusa è ancora distintiva - e pratica, in quanto nasconde i 'pezzi sporchi' per evitare che i tuoi vestiti vengano incasinati - con quel lungo reggisella e lo sterzo alto per quei manubri, tagliando un profilo elegante sulla strada.

È un design compatto, con ruote da 20 pollici molto più piccole di una tipica bici per adulti, ma un po' più grandi delle ruote da 13,7 pollici di Brompton, che sono le più vicine rivali pieghevoli della Gocycle GX. C'è un'era spaziale sulla Gocycle, e mentre i meccanismi per piegare interrompono un po' le linee, il vantaggio rispetto alla versione a telaio fisso fa facilmente da sé.



Parliamo di piegatura

Non c'è stato un grande cambiamento nel meccanismo di piegatura rispetto alla versione 2019 di questa bici. È centrato attorno a una grande cerniera al centro della bici che può effettivamente piegare la bici a metà. Ci vogliono solo pochi secondi per sollevare il fermo e quindi piegare insieme le metà anteriore e posteriore della bici.

Gocycle GX (2020) recensione foto 1

Per alcuni, potrebbe essere tutta la piegatura richiesta, poiché ciò significa che la tua bici potrebbe stare in un armadio del corridoio per scopi di conservazione, ad esempio. Ma ci sono un paio di altre aree che si piegano, se ne hai bisogno.

C'è la possibilità di rilasciare lo sterzo e il manubrio, piegandoli verso il basso, per quindi rimuovere la sella e il reggisella, che si posizioneranno quindi al centro della bici piegata e si inseriranno nella parte superiore del telaio per tenerlo tutto al sicuro. Infine, puoi anche piegare i pedali, in modo che non sporgano, rendendolo solo un po' più piccolo e quindi appiattito nel bagagliaio della tua auto, ad esempio.



Rispetto alla versione 2019, c'è stato un po' di riordino dei cavi internamente, quindi le cose sembrano più ordinate quando la bici è piegata. Ma non c'è stato alcun cambiamento nel modo in cui è fissato quando è piegato. Non c'è niente che lo blocchi in posizione piegata: è essenzialmente tenuto insieme da un cinturino in gomma.

Gocycle GX (2020) recensione foto 4

Questa cinghia impedisce davvero alle metà di dirigersi nella stessa direzione, quindi quando si solleva la Gocycle non ci sono parti che svolazzano. Un meccanismo leggermente più robusto per fissare la bici piegata in un unico pezzo non guasterebbe. Inoltre la sella e il reggisella corrono il rischio che abbiamo visto prima: con la rimozione ripetuta del reggisella, potresti scheggiare la vernice attorno al tubo quando lo reinserisci se non stai attento.

Detto questo, pensiamo ancora che la GX sia una bici pieghevole elegante. Non puoi eseguire quei salti di ruota pieghevoli che vedrai eseguire dagli utenti esperti di Brompton, ma la Gocycle ti porta da un giro sostanziale a un pacchetto compatto e maneggevole in pochissimo tempo. L'uso di grandi chiusure facili aiuta, con piccoli indicatori rossi sulle parti di bloccaggio, quindi è facile vedere cosa devi fare. C'è anche una curva di apprendimento molto piccola: dopo un paio di tentativi avrai capito.

Gocycle GX (2020) recensione foto 16

Una delle cose grandiose è che puoi lasciare la sella in posizione e usarla come maniglia per portare la tua bici, il che è l'ideale per quando arrivi in ​​ufficio e devi raggiungere la tua scrivania. Significa che puoi portare la Gocycle piegata a metà invece di trasportarla.

Equitazione, autonomia e connettività

Il design della Gocycle mette davvero al primo posto i pendolari. Questa non è una bici da turismo o per tenersi in forma: si tratta di portarti dove devi essere, senza doversi preoccupare di cambiarsi o di fare una doccia. La GX è dotata di un motore elettrico che entra in azione quando inizi a pedalare o può darti una spinta premendo un piccolo pulsante posizionato sul manubrio. Per noi, per lo più ignoriamo il pulsante a favore della guida e del fatto che la bici ci assuma parte dello sforzo.

Gocycle GX (2020) recensione foto 13

Seduta all'interno del telaio è la batteria agli ioni di litio che ti darà circa 40 miglia (65 km) di autonomia. Questa è l'assistenza alla pedalata, poiché devi guidare la bici per far partire il motore - a quel punto il motore può aiutarti a velocità fino a 20 mph (32 km / h), anche se la bici sarà impostata al limite legale per il paese lo stai usando (che per il Regno Unito è 15,5 mph/25 km/h).

C'è anche un sistema a tre marce, che utilizza un controllo del cambio dell'impugnatura in modo da poter salire o scendere in base alle condizioni. Tendevamo ad attenerci alle due marce superiori, ma per alcuni il passaggio alla marcia più bassa darà una spinta più facile quando ci si allontana dalle fermate o quando si scalano le colline. E le colline meritano una menzione, perché uno dei maggiori vantaggi di una bici elettrica è che puoi avere tutta quell'assistenza per tirarti davvero su una collina, piuttosto che dover lavorare troppo duramente. Per noi, significava scalare una collina locale senza sudare o dover respirare a fatica, il che è l'ideale quando stai andando al lavoro.

Gocycle GX (2020) recensione foto 5

La bici in sé è piacevole da guidare, con una posizione eretta decente. La sella offre molte regolazioni in altezza, ma il manubrio è molto fisso nella loro posizione. Il manubrio è un po' stretto e con le ruote piccole si ha una guida leggermente nervosa e reattiva, anche se è ottimo per spostare la bici nel traffico e in altri punti ristretti abbastanza facilmente.

Sul modello GX è presente un indicatore digitale sul manubrio che mostra la carica, con l'app per smartphone associata in grado di fungere da computer da bicicletta più grande se lo si desidera. Connettersi alla bici tramite Bluetooth è facile, dopodiché l'app ti permetterà di aggiornare il firmware e controllare le statistiche per il livello della batteria e le tue uscite. L'app ti permetterà anche di modificare alcune impostazioni, come ad esempio il livello di pedalata assistita, in base alle tue preferenze.

Tuttavia, abbiamo sempre trovato l'app Gocycle un po' grezza. Sembra che potrebbe fare con una riprogettazione per renderlo un po' più user-friendly, ma sospettiamo che molti lo accenderanno quando la bici è nuova e poi la useranno solo con parsimonia.

Gocycle GX (2020) recensione foto 12

Nel complesso, è la guida che rende davvero divertente questa bici. Mentre i modelli GXi offrono il cambio automatico per rimuovere quella linea di pensiero, la Gocycle GX è una bici semplice, facile da guidare e ben progettata per l'ambiente urbano. Come sempre, avere una trasmissione racchiusa significa che non c'è il rischio di ungere i vestiti e significa anche pochissima manutenzione.

Verdetto

Con il numero di bici elettriche in crescita, la Gocycle GX ha un vantaggio difficile da ignorare: è progettata per i pendolari, con reali vantaggi pratici rispetto a una bici convenzionale adattata. Facile da piegare, portata rispettabile, semplicità d'uso e il fatto che sia facile da montare e non sporca i tuoi vestiti, lo rendono ideale per chi va a una riunione o va in ufficio.

Sebbene la Gocycle sia divertente, rimangono alcune limitazioni al suo fascino al di fuori del pendolarismo occasionale. Non è una macchina per il fitness o una bicicletta su cui probabilmente salirai durante il fine settimana per andare in tournée, ed è qui che alcuni dei design più convenzionali potrebbero attrarre di più. Allo stesso tempo, sarai in grado di piegare una Gocycle GX e metterla nel garage, o nell'armadio sotto le scale, o nel tuo camper per fornire un'altra opzione quando sei fuori per le vacanze - quindi ci sono professionisti e contro.

Come modo per uscire di più e rimanere attivi, senza aver sempre bisogno di un cambio di vestiti o di una doccia, la Gocycle ha delle borse attraenti. Se vuoi evitare i trasporti pubblici o abbandonare il pendolarismo in auto, allora la Gocycle GX ha molto senso.

Considera anche

alternative foto 1

Brompton Electric

scoiattolo_widget_4148914

Quando si tratta di biciclette pieghevoli, non puoi sfuggire al fascino di Brompton. Il modello Electric mette un motore nel mozzo anteriore della bici con una batteria montata sul telaio per darti una spinta sulle strade. Il vantaggio che ha è che puoi rimuovere la batteria e usarla semplicemente come una Brommie tradizionale se vuoi, sfruttando comunque quel formato compatto e pieghevole.

  • In sella alla Brompton Electric

Articoli Interessanti